Comune di Motta Camastra
Piazza Croce - 98030 Motta Camastra (ME) - Tel. (+39)0942-985007 - Fax (+39)0942-985363 - Mail: info@comune.mottacamastra.me.it - PEC: info@pec.comune.mottacamastra.me.it
Home - Guida per il Turista

Itinerario Turistico


UFFICIO INFORMAZIONI TURISTICHE
Tel. 0942 985007

| Piazzetta Belvedere
| Antico Palmento (aperto al pubblico dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle ore 17.00 alle ore 19.00)
| Piazza G. Verga
| Frantoio (aperto al pubblico dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle ore 17.00 alle ore 19.00)
| Chiesa Madre (aperto al pubblico dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle ore 17.00 alle ore 19.00)
| Piazza Roccamare
| Viale A. Ferrara
| Piazza Croce
| Chiesa Annunziata (aperto al pubblico dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle ore 17.00 alle ore 19.00)


La Piazzetta Belvedere chiamata dai mottesi "U Tunnu" con riferimento alla forma circolare, funge da ingresso panoramico al Paese offrendo la vista della parte occidentale della Valle Alcantara.
Si possono ammirare i ruderi del castello di Francavilla di Sicilia, Francavilla, Castiglione e il monte Etna, il vulcano attivo più alto d'Europa, che offre con le sue eruzioni, uno spettacolo naturale unico e che ha dato vita, scavando il suo letto su terreno lavico, a delle stupende "gole" dette per l'appunto " Gole Alcantara" che avete già avuto modo di ammirare.

Questa che stiamo percorrendo è la Via Roma, luogo in cui risiede un antico palmento.
Il palmento è un fabbricato, munito di una finestra (che va sulla " strada" o sentiero) da dove l'uva veniva scaricata all'interno per essere pigiata in una vasca (tina) fornita di canaletti per lo scorrimento del mosto nei tinelli.

La Piazza G. Verga o ancora meglio " U Chianu" è sede della Scuola Elementare, dell'Ufficio Postale, del Monumento dei Caduti e tra non molto della Biblioteca comunale!
La Piazza rappresenta soprattutto un luogo di incontro dove i bambini sono soliti giocare e dove in estate si svolgono la maggior parte delle serate musicali e delle feste paesane.

Il frantoio, sito sul C.so Umberto, è stato restaurato in tempi piuttosto recenti, è in pietra arenaria e di origini antiche. Esso era il luogo dove veniva estratto l'olio d'oliva con tecniche arcaiche.Oggi fa mostra di particolari manufatti artigianali e rappresenta un luogo di ricordi, capace di far rivivere la vecchia atmosfera dei tempi in cui le "mani" dell'uomo erano fondamentali nella produzione dei beni di consumo alimentari.

La Chiesa Madre risale al XVII secolo. Al suo interno si trovano due statue di origine gaginiana, che risalgono al 500, quella della Madonna di Montalto e quella dell'Immacolata.
Da apprezzare il coro ligneo del 1777 che riporta le figure dei dodici apostoli, opera dell'artista Sebastiano Grasso.

Piazza Roccamare offre un panorama ampio oltre che suggestivo e nelle giornate primaverili ed estive consente di raggiungere con lo sguardo persino il mare.... Con la sua ventilazione rappresenta un'oasi di pace dove si può respirare un'aria priva e lontana da quella contaminata delle città.

Dalla Piazza Roccamare si accede al Viale A. Ferrara, intitolata al "Tinuri" per far onore ad un personaggio che ha dedicato la sua vita all'arte del canto.

La Chiesa dell'Annunziata è la più antica tra le quattro Chiese presenti a Motta Camastra.
Sembra ( dalla data che si legge su una delle due campane) che sia stata aperta al culto nel 1161. Ha pianta a forma rettangolare. Una delle due porte di accesso ad arco con capitelli sapientemente lavorati. All'interno della Chiesa una tela che risale al tardo settecento raffigura la Madonna del Carmine realizzata da Vincenzo Avola. Interessanti anche le due statue in legno che raffigurano una S. Calogero, l'altra S. Antonio Abbate.

Avvisi

Developed by
Davide Cangiamila